tl;dr

“O accetti i cookies e disabiliti l’Adblock o non puoi leggere questo sito, because reasons”.

Reasons

Il GDPR mi obbliga ad avvisarti che uso i tuoi cookies per fare cose orrende come vedere quanta gente legge quello che scrivo, visualizzare pubblicità sul mio sito e soprattutto (la più malvagya di tutte) ottenere un centesimo di euro ogni volta che tu inavvertitamente ci clicchi sopra (giochino: pensa alle volte in cui hai cliccato su di un banner pubblicitario… pensato? Ecco, ora moltiplicalo per 0.01 ed immaginami steso sotto una palma a sorseggiare un Mojito alle Hawaii grazie ai soldi che ti ho perfidamente rubato convertendo a tua insaputa le calorie che tu hai impiegato a cliccare sul banner in Euro tonanti).

Dura lex sed lex.

D’altra parte LEUROPA così vuole: chi sono io per oppormi? Assolutamente nessuno.

Posso però imporre una regola molto semplice: se non ti va di accettare i famosi biscottini di cui sopra, non puoi leggere quello che scrivo.

D’altra parte io non sono tenuto a fornire un servizio accessibile a chiunque: finché non faccio discriminazione sociale di qualche tipo, posso decidere bellamente le regole per entrare in casa mia.

Quindi facciamo così:

  • se ti va di leggere un annuncio ogni tanto in mezzo al testo (niente popup, popunder o porcate da sito porno), che al 99% non vedrai nemmeno perché pollicerai via senza manco accorgertene;
  • se ti va di accettare i famosi cookies per farmi sapere che “una persona nel raggio della tua regione, con un dispositivo mobile, a quest’ora ha letto una pagina del mio sito“,

allora ok, puoi leggere il mio blog.
Altrimenti ce ne sono tantissimi in giro per la rete sicuramente più interessanti del mio.

Se vuoi riattivare i cookies per poter leggere il mio sito, clicca qui:

Accetto

Riguardo all’Adblock, di solito clicchi sull’estensione in alto e la spegni per il sito corrente.

Quando hai fatto puoi ripartire da qui: https://yuri.allartsoftworks.com/ .

Grazie per la collaborazione 🙂